Articoli


Clicca per ingrandire

Il web è la nuova frontiera. I giovani (e persino i bambini) l’hanno recepito da tempo. Il computer e lo smartphone hanno pervaso la vita di ogni giorno, sino a creare dei cambiamenti epocali: negli atteggiamenti, nei rapporti sociali, addirittura nei valori. E’ la conoscenza che la fa da padrona. Non più biblioteche irraggiungibili o libri obsoleti. Il sapere, con le opportune cautele interpretative, è qui e subito: basta accendere il computer o il cellulare, sempre più veloci e sofisticati.

L’uso compulsivo della rete può esporre a dei rischi, di valutazioni errate, di false notizie o di violenza gratuita, ma con un minimo di buon senso e magari con una guida, anche il giovane può imparare a destreggiarsi con abilità sul web.

Ormai possiamo dire che quasi tutti i giovani frequentano un social network, in primis Facebook. Le opportunità sono enormi: di apprendimento, di crescita personale, di socializzazione. La cerchia di conoscenti ed amici si può estendere all’infinito con una facilità prima impensabile. E’ vero che spesso si tratta di conoscenze superficiali e remote. Ma è anche vero che la socialità on line si può tranquillamente tramutare in socialità reale con delle tempistiche (tutto e subito) impensabili per le vecchie generazioni.

La stessa libertà, conoscitiva, sessuale, ideologica, religiosa, è a portata di mano (anche se si scontra spesso con l’ottusità del potere, che continua a legiferare sulla base di principi idioti e superati.).

La “Generazione 2.0”, sempre connessa e interagente, ha molto da insegnare agli adulti di oggi. Sull’altra sponda l’adulto ha il dovere di far comprendere al bambino una corretta gestione del web, che presenta indubbiamente dei rischi (per esempio di mobbing e culto della violenza) per chi si affaccia alla vita reale, ma che ha delle potenzialità mai conosciute prima d’ora.

Interazione tra vecchio e nuovo: un tema da affrontare senza i pregiudizi che sono propri delle generazioni passate.

La rete può fornire delle opportunità professionali, di socializzazione, di sviluppo delle abilità personali.

Il computer è oggi uno strumento di lavoro irrinunciabile nelle professioni e nei mestieri e può rappresentare per il giovane uno strumento formidabile di affermazione (per esempio vendere un prodotto o un servizio in ogni parte del mondo).

I media digitali sono un’opportunità mai vista anche per gli adulti: ricerca di informazioni e di interessi, nuove possibilità di lavoro, gruppi di incontro. Va da sé che è fondamentale imparare ad analizzare criticamente i contenuti dei media.

Il giovane si presenta sul web ricevendo il feedback degli amici virtuali. L’identità del giovane ha così modo di svilupparsi a 360°, senza le vecchie limitazioni di spazio (il paese) e di tempo (il viaggio).

In definitiva il giovane impara da solo l’utilità ed il divertimento con il web. L’adulto dovrebbe imparare ad approfittare degli enormi vantaggi che offre, a tutti i livelli sociali e a tutte le età.

Seleziona il Social Network in cui vuoi condividere la pagina:

Grazie per il tuo apprezzamento :)

La tua valutazione ci permette di fornire informazioni sempre più approfondite.