Articoli


Computer: come evitare stress e patologie

in Articoli, Sicurezza e salute sul lavoro, Sicurezza negli ambienti di vita

Clicca per ingrandire

Com’è noto, si intende per lavoratore addetto a videoterminale chi utilizza un’attrezzatura munita di videoterminali (tipico il computer), in modo sistematico o abituale, per 20 ore settimanali, dedotte le interruzioni canoniche. La valutazione dei rischi inerenti deve essere effettuata, in particolare, per ciò che riguarda:

–       vista ed occhi;

–       postura e affaticamento fisico-mentale;

–       ergonomia e igiene ambientale.

Vanno quindi presi in considerazione qualità dello schermo, tastiera e dispositivi di puntamento, piano di lavoro, utilizzo eventuale di PC portatili, spazio disponibile, illuminazione, rumore, radiazioni (non ionizzanti: ultravioletta, visibile e infrarossa), microclima.

Ad evitare l’accumulo da stress è previsto che il lavoratore addetto abbia comunque diritto a una pausa di 15 min ogni 2 h di applicazione continuativa, ferma restando la discrezionalità del Medico Competente in ordine alla caratterizzazione di dette pause.

Quanto all’aspetto ergonomico generale e di igiene ambientale, i fattori principali di cui tenere conto sono:

– software, che deve essere di facile uso e adeguato alle mansioni, anche in relazione al livello di conoscenza e di esperienza.

– “ergonomia cognitiva”, con relativa riduzione, per quanto possibile, dei rischi da stress, sia sul piano generale che soggettivo.

La patologia (o disturbo) più evidente connessa all’utilizzo del videoterminale è comunque l’astenopatia, la quale si può definire come mancanza di forza visiva e difficoltà a mettere a fuoco le immagini, specie nelle ore serali. L’astenopatia, se in fase di semplice disturbo, è reversibile, ma può diventare anche irreversibile.

Teniamo presente che la malattia da lavoro oggi maggiormente denunciata all’INAIL è proprio quella da stress lavoro-correlata.

Il posto di lavoro al videoterminale deve rispondere alle prescrizioni normative; in particolare (oltre i normali requisiti di definizione, stabilità, regolabilità del contrasto dello schermo, nonché di mobilità e assenza di riflessi):

–       posizione tale che lo spigolo superiore dello schermo sia un po’ più baso del’orizzontale che passa per gli occhi; distanza degli occhi di 50-70 cm (in posizione seduta);

–       spazio di lavoro sufficiente (anche in relazione ala gestione dei documenti) e tale da consentire un appoggio degli avambracci, anche in relazione alle esigenze del singolo operatore;

–       piano di lavoro antiriflessione; altezza del piano di 70-80 cm, con spazio sottostante tale da permettere il movimento degli arti e del sedile;

–       tastiera inclinabile;

–     sedile, girevole, con altezza regolabile e con schienale regolabile in altezza (almeno alle scapole) ed inclinazione, in modo da fornire adeguato supporto alla regione dorso-lombare, anche in relazione alle caratteristiche dell’operatore;

–     a richiesta poggiapiedi di dotazione;

–     computer portatili: impiego prolungato con tastiera e mouse esterni.

Il computer va sistemato in modo che la luce naturale arrivi lateralmente alla superficie dello schermo e possa essere parzialmente schermata con tende o simili.

Le pareti devono essere con superficie preferibilmente non riflettente; in ogni caso va tenuto conto dell’esistenza di finestre, pareti trasparenti e traslucide, pareti e attrezzature di colore chiaro determinanti possibili fenomeni di abbagliamento e/o riflessi sullo schermo.

Anche il microclima deve essere adeguato (per es. un tasso di umidità troppo basso ed una eccessiva ventilazione influiscono negativamente sulla composizione del film lacrimale, rendendo l’occhio più sensibile).

Vano poi previste opportune pause o variazioni di attività, allo scopo di interrompere l’impegno visivo ravvicinato e la staticità della posizione, in modo da evitare disturbi visivi e muscolo-scheletrici (almeno 15 minuti ogni 2 ore, in assenza di modalità contrattuali; oppure per decisione del Medico Competente, qualora presente).

Seleziona il Social Network in cui vuoi condividere la pagina:

Grazie per il tuo apprezzamento :)

La tua valutazione ci permette di fornire informazioni sempre più approfondite.