Articoli


Diete e falsi miti

in Articoli, Benessere e piaceri

Clicca per ingrandire

L’imperativo di dimagrire è ormai consolidato nel sentire comune. I dietisti si arricchiscono e la pubblicità di prodotti alimentari e farmacologici è sfrontata.

Il medico, senza approfondire quegli aspetti importanti che vanno dalla tipologia fisica all’età, tendono spesso a classificare il paziente sulla base del classico “Indice di massa corporeo” IMC, definito come rapporto tra il peso in kilogrammi e il quadrato dell’altezza in metri. Secondo questo indice, che risale al 1830, il peso è regolare se l’IMC è compreso tra 18,5 e circa 25. Da 30 in su si è nel campo dell’obesità.

Ma la formula ha dei limiti notevoli, dal momento, per esempio, che non dice niente sul grasso presente nell’organismo. Per rendersi conto della imprecisione del metodo, basta pensare all’atleta robusto e tutto muscoli e una persona grassa della stessa altezza, priva di muscolatura, dello stesso peso.

Per una migliore valutazione del peso forma occorre tenere conto del grasso presente, cioè della composizione corporea, che , peraltro varia a seconda del genere (più alta nella donna) e l’età.

La filosofia dell’IMC classico si è incrinata anche in funzione di un fattore prima non tenuto nella sufficiente considerazione: l’età.

Studi recenti condotti su un numero significativo di persone (milioni) hanno suggerito un nuovo approccio: più del peso in sé, per vivere bene e a lungo, è importante la forma fisica, ottenuta con il giusto moto, la giusta alimentazione e il sonno.

Gli studi hanno rivelato che si ammala di meno e vive di più chi, avanti con l’età, è in sovrappeso (entro certi limiti, intorno al valore 30). Le curve dell’aspettativa di vita, con l’avanzare degli anni, spostano la zona di massimo verso IMC crescenti!

Avremmo mai detto prima d’ora che una persona in lieve sovrappeso, anche se tende ad aumentare con il tempo, vive di più e meglio della persona magra della stessa età?

Seleziona il Social Network in cui vuoi condividere la pagina:

Grazie per il tuo apprezzamento :)

La tua valutazione ci permette di fornire informazioni sempre più approfondite.